I nostri obiettivi sono: tutelare la salute dei nostri Ospiti e dei nostri collaboratori e realizzare l’equilibrio necessario per garantire un’accoglienza che avvenga sempre in condizioni di sicurezza e sostenibilità, senza far venire meno il calore e la spontaneità.

Con la probabile riapertura delle attività turistiche siciliane a metà maggio, ci stiamo preparando facendo riferimento al protocollo nazionale “Accoglienza Sicura”, che individua efficaci misure di prevenzione*. Inoltre abbiamo deciso che:

  1. tutte le stanze verranno sanificate con trattamenti specifici prima di ogni nuovo arrivo e dopo ogni partenza;
  2. tutti gli spazi in comune verranno sanificati quotidianamente con trattamento specifico;
  3. all’arrivo, i nuovi ospiti riceveranno il benvenuto alla reception, sempre sanificata;
  4. farete colazione nella nostra ampia terrazza, dove il distanziamento sociale non rappresenta un problema; tavoli, sedie e divanetti verranno sanificati quotidianamente con trattamento specifico;
  5. per le nuove prenotazioni effettuate a partire da maggio 2020 e valide per tutto il 2020 non richiederemo il versamento di una caparra confirmatoria né alcun pagamento anticipato, solo i dati di una carta di credito a garanzia;
  6. per tutto il 2020 abbiamo eliminato il soggiorno minimo per garantirvi massima flessibilità;
  7. per tutto il 2020, le penali di cancellazione saranno ridotte da 30 a 14 giorni per le prenotazioni dirette;
  8. per le cancellazioni dovute a impossibilità sopravvenuta causa covid 19, verrà emesso un voucher di importo pari a quello della penale/caparra confirmatoria, spendibile entro 12 mesi (per fruibilità più lunghe, valutaremo i singoli casi particolari).

*Il presente documento è stato elaborato dalla Task force assistenza sicura di Federalberghi e dagli esperti di Confindustria Alberghi ed Assohotel, che hanno operato con la supervisione del prof. Pierluigi Viale dell’Università di Bologna, direttore dell’Unità Operative Malattie Infettive del Policlinico di S. Orsola. Ha collaborato alla redazione del documento la Croce Rossa Italiana. Il protocollo è stato pubblicato il 27 aprile 2020, sarà soggetto a revisione in caso di aggiornamento delle suddette fonti e/o sulla base delle esperienze che saranno maturate in fase di applicazione ed è disponibile per la consultazione in reception.